Come produrre meno rifiuti

1 – Controlla i tuoi rifiuti: puoi evitare di comprare quel tubetto, quell’involucro, quella scatola? Prova a fare questo esercizio tutti i giorni, scoprirai quanto packaging si può evitare di comprare.

2 – Quando sei davanti ad un probabile acquisto chiediti se ti serve davvero e soprattutto chiediti che storia ha quell’oggetto, che processo ha avuto per arrivare fino alle scaffalature del supermercato, con le mani di chi è stato fatto e con che materiali.

3 – Anche se è un oggetto zerowaste potrebbe essere per te poco utile, non avere fretta ad acquistarlo.

4 – Trova modi alternativi e creativi: utilizza oggetti che hai già per fare diverse dal suo scopo, non solo non spenderai soldi e non creerai rifiuti ma stimolerai anche la fantasia.

5 – Sicuramente in cantina avrai tanti contenitori di vetro della nonna. Si, proprio quelli! Meravigliosamente decorati! Se non ne hai abbastanza spulcia tra gli oggetti dei mercatini dell’usato, troverai tutto quello che ti serve. Fatto? Bene, ora prendili, lavali e asciugali molto bene e trova un posto comodo e in bella vista su un ripiano della cucina.

6 – Creati il tuo kit per la spesa. Sicuramente ci vorranno almeno due sacchi grandi e resistenti per contenere tutti i prodotti, poi sacchetti di carta o di stoffa per chicchi, pasta e semi, piccoli contenitori per spezie e infusi, flaconi adatti per i prodotti liquidi alla spina. Trova una zona della casa dedicata in cui mettere il tuo kit, in vista in modo da non dimenticartelo a casa quando andrai a fare la spesa.

7 – Compra cibi e detergenti sfusi e alla spina, li trovi nei mercati rionali, direttamente dai produttori o nelle botteghe dedicate. Controlla la mappa nella tua città (https://www.sfusitalia.it/) e se sei di Parma vieni da noi a Semelomangio.

8 – Lascia a casa la macchina, quando puoi, e sostituiscila con la bicicletta o approfittane per fare una passeggiata, starà meglio il tuo corpo e l’ambiente.

9 – Produrre meno rifiuti è uno stile di vita che comprende non solo cibo e saponi. Sono tanti gli ambiti dove produciamo scarto, sia materiale ma anche mentale, emotivo, spirituale, senza neanche accorgercene perché presi dalle abitudini. Cercali, scoprili e quando lo troverai trova un bel modo per cambiare le tue abitudini.